Come prendersi cura del nostro condizionatore? | Top-Refrigerants.com

Come prendersi cura del nostro condizionatore?

Per comprare un buon condizionatore ti costerà più soldi. Si deve sapere come prendersi cura di esso per poter funzionare correttamente più lungo. Prima di scegliere il sistema perfetto che corrisponde alle vostre necessità, si consiglia di leggere un po’ per le diverse opzioni disponibili sul mercato, per conoscere le diverse marche e i loro nuovi modelli. É anche importante sapere come calcolare la necessaria capacità per la camera nella quale si desidera installare il condizionatore e scegliere il modello più effettivo così che il conto per l’energia elettrica non sia molto alto. 
 
Una parte importante del vostro acquisto é la scelta della compagna che installerà il condizionatore e che sarà responsabile per la successiva manutenzione e manutenzione tecnica. 
Una volta installato il condizionatore, é importante osservare le raccomandazioni dei produttori. Si raccomanda d’eseguire la manutenzione ogni anno, di cambiare i filtri nei quali si accumulano muffe e batteri e che possono danneggiare la nostra salute. 
Se non facciamo queste revisioni tecniche annuali, il condizionatore potrebbe essere rotto. 
 
Uno dei casi più comuni nei quali il nostro apparecchio smette di funzionare o non raffredda é quando manca gas refrigerante che potrebbe essere dovuto a perdite. In questo caso é molto importante chiamare un tecnico per controllare l’apparecchio. Se viene confermato che il gas manca, é necessario trovare il motivo di questo malfunzionamento, che nella maggior parte dei casi è dovuto a perdite di gas. È importante che i tecnici trovano e correggano la perdita, altrimenti, subito dopo la ricarica, dovremo chiamare di nuovo i tecnici e questo ci costerà di più. 
 
L’installazione corretta del condizionatore non deve portare a perdite di gas. È importante che in caso di perdite di gas deve essere individuato il problema lungo la catena per prevenire successiva perdita. 
 
Il seguente passo é il caricamento. I nuovi condizionatori usano il refrigerante R410A. Questo gas non danneggia lo strato di ozono e migliora il funzionamento dei compressori. Si tenga presente che il caricamento con questo gas refrigerante viene effettuato nello stato liquido. Si dovrebbe anche prendere in considerazione la quantità precisa per il caricamento del condizionatore.
 
Diversi tipi di gas refrigerante per tecnica condizionata
Si considera che i gas refrigeranti provocano aumento della temperatura del pianeta poiché danneggiano lo strato di ozono. Per questo motivo vengono cercati nuovi modelli il cui effetto sullo strato di ozono é molto più ridotto. Così si formano idrofluorocarburi (HFC). La terza generazione, creata per sostituire CFCs e HCFCs. Sebbene sia considerato non dannoso per lo strato di ozono, la presenza di fluoro nei suoi componenti contribuisce al riscaldamento globale. Pertanto dal prossimo anno molti di loro saranno vietati e emergeranno nuovi surrogati.
 
Ora i freon più usati sono R410A, R134A, R404A, R422D, R407C, R414A, R427A, ecc. 
La maggior parte dei nuovi condizionatori usano il freon R410A, poiché hanno un’elevata potenza di raffreddamento. Questo è un surrogato del vecchio gas R22 che dal  1.01.2004 é vietato. Funziona a una pressione più elevata e con olio sintetico POE. Questo gas non danneggia lo strato di ozono e la miscela di isotopi produce i gas HFC. Si caratterizza con il basso rischio perché non è infiammabile. È molto importante sapere che questo gas deve essere caricato in stato liquido utilizzando gli strumenti necessari. 
 
Il gas refrigerante più comune per il condizionatore di automobile é R134A. Questo gas consente di operare a una pressione inferiore rispetto agli altri gas, con un ottimo risparmio energetico a basse o medie temperature, consentendo di utilizzarlo in diverse applicazioni. Questo freon funziona con olio sintetico POE.
 
La ricerca di un agente refrigerante a bassa evaporazione crea il freon R404A. Questo é il surrogato indiretto di R502 e viene utilizzato nelle nuove apparecchiature di refrigerazione a basse o medie temperature come refrigeratori d’acqua, vani freddi o magazzini frigoriferi. Questo agente refrigerante deve sempre essere caricato in fase liquida e viene utilizzato l’olio sintetico POE.
 
Il freon R422D é progettato per essere un surrogato diretto di R22. Questa é una miscela di gas che non danneggia lo strato di ozono. Lo stesso può essere utilizzato in sistemi di refrigerazione con temperature medie e climatizzazione interna e commerciale. In caso di perdita, l’apparecchiatura può essere caricata senza alcun problema. Lo stesso é compatibile con l’olio originale del produttore e le temperature di scarico sono molto più basse che contribuisce alla vita più lunga del compressore. Caricare sempre in fase liquida.